Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Articles Récents

11 janvier 2008 5 11 /01 /janvier /2008 22:04
IMG-8424.jpg 
Coccole e carezze
   
  voilà encore un mot que j'adore en italien
  le coccole, c'est très infantile, les câlins, les caresses  
jour très difficile, besoin de câlins et li n'y avait que Léa, elle en ronronne encore...undefined  
   

Le coccole si possono definire forme di carezze, tenerezze, vezzeggiamenti, manifestazioni di affetto.
Le carezze, a loro volta, sono dimostrazioni di affetto o di benevolenza eseguite con la mano.
In senso più lato si possono definire come tutto ciò che, nella relazione tra due persone, implica uno scambio o riconoscimento comunicativo, verbale o meno, che comporta una certa dose di emozione in una o entrambe le persone.
Tali forme di ri-conoscimento possono essere messe in atto nei confronti di se stessi, così come degli altri.
Allo stesso modo, si possono considerare forme di riconoscimento di sé attraverso il riconoscimento dell’altro. Innato è il bisogno di ricevere dagli altri delle conferme e di sentire che esistiamo per loro.
In realtà, le carezze possono essere definite forme di comunicazione non solo fisiche, ma anche e soprattutto emotive.
Possono assumere anche una forma verbale (ad es.: una lode, un apprezzamento, un complimento) e si associano sempre e comunque ad un effetto emotivo.
Magrograssi le paragona ad una forma di “nutrimento”, essenziale sia nella fase dello sviluppo, sia nella vita adulta. Nelle prime fasi di vita prevalgono gli aspetti più fisici, mentre successivamente assumono dimensioni più simboliche, più mediate, ad esempio un sorriso, perché maggiormente influenzate dalle aspettative e dalle norme sociali e culturali.

Partager cet article

Repost 0
Published by flo
commenter cet article

commentaires