Overblog Suivre ce blog
Editer l'article Administration Créer mon blog

Articles Récents

11 janvier 2008 5 11 /01 /janvier /2008 11:35

 

Posa la penna, piega il foglio, lo infila inIMG-7641.jpg una busta.
Si alza, prende dal suo baule una scatola di mogano, solleva il coperchio, ci lascia cadere dentro la lettera, aperta e senza indirizzo. Nella scatola ci sono centinaia di buste uguali. Aperte e senza indirizzo.
Ha 38 anni, Bartleboom.
Lui pensa che da qualche parte, nel mondo, incontrerà una donna che, da sempre, è la sua donna. Ogni tanto si rammarica che il destino si ostini a farlo attendere con tanta indelicata tenacia, ma col tempo ha imparato a considerare la cosa con grande serenità. Quasi ogni giorno, ormai da anni, prende la penna in mano e scrive. Non ha nomi e non ha indirizzi da mettere sulle buste: ma ha una vita da raccontare. E a chi, se non a lei?
Lui pensa che quando si incontreranno sarà bello posarle sul grembo una scatola di mogano piena di lettere e dirle
-Ti aspettavo.
Lei aprirà la scatola e lentamente, quando vorrà, leggerà le lettere una ad una e risalendo un chilometrico filo di inchiostro blu si prenderà gli anni – i giorni, gli istanti – che quell'uomo, prima ancora di conoscerla, già le aveva regalato. O forse, più semplicemente, capovolgerà la scatola e attonita davanti a quella buffa nevicata di lettere sorriderà dicendo a quell'uomo
-Tu sei matto.
E per sempre lo amerà.

A. Baricco, "Oceano mare"

Partager cet article

Repost 0
Published by flo
commenter cet article

commentaires

g 12/01/2008 14:15

solo tu sai quanto la sento mia...è così...assolutamente si...perchè è vero che i legami voluti dal destino...sono indissolubili.....

Under 11/01/2008 17:14

Amore e altro destino. Conosco la parte che hanno nella nostra vita. So anche che alla parola scritta destiniamo molto di noi stessi e così finiamo per affidare a lei, potente,  tutta la speranza che abbiamo.